Siete pronti alla salita del Bitcoin?

29 Aprile 2020

Di cosa stiamo parlando?
Cos’è il Bitcoin Halving?
Perchè il prezzo BTC potrebbe salire?

In parole povere i minatori che estraggono bitcoin vedranno un dimezzamento della loro remunerazione per compiere il loro lavoro sulla rete del protocollo bitcoin.

Quello che accade è molto semplice, la remunerazione attuale di 12,5 bitcoin per ciascun blocco generato dal miner e passerà a 6,25 bitcoin.
Si tratta del terzo halving da quando, il 3 gennaio del 2009, Satoshi Nakamoto ha dato il via al sistema elettronico di pagamenti con il blocco di genesi.

Quindi attorno al 26 maggio di quest’anno il numero totale di Bitcoin estratto dai minatori per blocco sarà ridotto da 12,5 a 6,25.

Questo dimezzamento si svolge all’incirca ogni 4 anni e garantisce la sua politica monetaria.

Perché è importante?

La politica monetaria di Bitcoin aiuta a garantire una distribuzione graduale di 21 milioni di bitcoin nel tempo. A differenza delle valute legali emesse dal governo, l’offerta di bitcoin non può essere gonfiata a piacimento. Al contrario, il bitcoin è stato progettato per imitare gli attributi dell’oro.

La fornitura di oro è limitata alla quantità che può essere estratta dalla Terra e per un periodo di tempo diventa più scarsa. L’evento dimezzante è uno dei metodi utilizzati per replicare la scarsità di bitcoin.

Pertanto, si può dire che il bitcoin è una valuta deflazionistica e può essere una classe di attività interessante da coprire contro l’inflazione.

Oggi esistono circa 18 milioni di bitcoin, che rappresentano approssimativamente l’85% dell’offerta monetaria complessiva.
Ma la criptovaluta è ben lontana dal raggiungere il limite di 21 milioni: il motivo è il protocollo presente alla base della blockchain.
Ogni 210.000 blocchi viene infatti eseguito il cosiddetto “halving” o “dimezzamento” di bitcoin, che rende più difficile la produzione di nuove monete… proprio come col tempo diventa sempre più difficile trovare nuovi depositi d’oro.

Quando sarà il prossimo dimezzamento?

Blocco # 630.000 (stimato intorno al 24 maggio 2020)

Come si comporterà il prezzo del bitcoin dopo l’halving?

In effetti dopo ogni halving, nell’anno e mezzo successivo circa, si è verificato un notevole apprezzamento del valore del bitcoin.

L’halving del 2012 ha portato il prezzo della criptovaluta a 1.000 USD circa nel dicembre 2013, mentre l’halving di giugno 2016 ha portato il valore a circa 20.000 USD nel dicembre del 2017.

Nel grafico sotto riportato si può verificare l’andamento del prezzo successivamente ai due precedenti halving.

Sembra quasi una costante vero? Dopo l’halving, a dicembre dell’anno successivo si raggiunge un picco storico.

Tutti la raccontano così e forse proprio di ciò ci dovremmo preoccupare, grandi miner compresi che sperano nell’apprezzamento consistente per rientrare degli investimenti e guadagnare.

Ma non dimentichiamoci della catastrofica crisi economica generata dal nuovo coronavirus, perché in milioni hanno perduto il lavoro e non saranno pronti a fare acquisti come avvenuto, ad esempio, nel 2017 anno di eccellente ripresa dell’economia mondiale (+3,14% secondo worldometers).

Questa volta sarà il caso di non vendersi casa per comprare bitcoin come alcuni hanno fatto in giro per il mondo. 

Il valore di Bitcoin aumenterà?

Storicamente il prezzo è sempre aumentato in seguito all’halving.
Succederà anche questa volta?

Sostanzialmente, l’halving di bitcoin riduce l’offerta di nuove monete immesse regolarmente nel mercato: questo renderà l’asset più scarso. A tal proposito possiamo analizzare alcuni precedenti storici: il 28 novembre del 2012, il giorno del primissimo halving di Bitcoin, il prezzo della criptovaluta è aumentato da 11$ a 12$. Il suo valore ha continuato a crescere per tutto l’anno successivo, raggiungendo il 28 novembre 2013 un prezzo di 1.038$.

Circa quattro anni più tardi, dopo il secondo halving, il prezzo di bitcoin ha iniziato a seguire un simile movimento rialzista: è passato dai 576$ del 9 giugno ai 650$ del 9 luglio. Ancora una volta il prezzo di bitcoin ha continuato a crescere nei successivi dodici mesi, raggiungendo il 9 luglio 2017 un valore di 2.526$.

Anche questa volta accadrà lo stesso? Secondo gli scettici, il mercato ha già preso in considerazione tale evento e il prezzo non verrà in alcun modo alterato.

Bisogna comunque sottolineare che negli ultimi quattro anni l’industria delle criptovalute è notevolmente cambiata: bitcoin non è più soltanto un interessante esperimento tecnologico, ma una reale opportunità d’investimento presa seriamente in considerazione dal grande pubblico.

Se pertanto la storia dovesse ripetersi e il prezzo di bitcoin iniziasse ad aumentare nelle settimane precedenti all’halving, un numero significativo di trader potrebbe acquistare la criptovaluta per paura di perdere un’occasione irripetibile. Questo stimolerebbe notevolmente la domanda e, di conseguenza, farebbe aumentare il prezzo.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments